Cassa Forense, al via i lavori del nuovo comitato dei delegati

Views : 1581
Embed Code

Il neoeletto presidente di Cassa Forense Nunzio Luciano traccia le linee programmatiche del nuovo comitato dei delegati. Prioritaria la questione del “welfare attivo”, accanto al potenziamento dell’assistenza tradizionale Cassa Forense è intenzionata a sostenere il reddito e l’attività dei propri iscritti, attivando strumenti quali i prestiti d’onere, il micro-credito, le borse di studio. Cassa Forense ha intenzione di attivarsi in una vera e propria operazione di fundrising, l’obiettivo è trovare nuove risorse nelle forme finanziamento comunitarie destinati a micro-imprese e professionisti, destinandole innanzitutto agli avvocati la cui liquidazione per il gratuito patrocinio giace nelle casse dello stato a causa dei tempi elefantiaci della nostra burocrazia. Nell’ultima seduta inoltre approvato dal comitato dei delegati di Cassa Forense il regolamento d’attuazione dell’art 21 commi 8 e 9 della nuova disciplina dell’ordinamento forense. Il regolamento,che doveva occuparsi di questioni quali il riequilibrio tra minimi contributivi e parametri reddituali e le particolari condizioni in cui si dovesse esentare temporaneamente un iscritto dal pagamento dei contributi, ha suscitato non poche perplessità. La giunta direttiva dell’ Associazione Nazionale Forense sta approfondendo il testo.