Processo civile fra poteri del giudice e diritti delle parti

Views : 1818
Embed Code

Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha firmato il decreto legge sullo smaltimento dell’arretrato civile. Il testo, inserito nel pacchetto sulla riforma della giustizia, comprende le misure su arbitrato e negoziazione assistita da avvocati e anche il taglio delle ferie dei magistrati.
L’Associazione Nazionale Forense ha da subito espresso molte perplessità a riguardo dichiarando in più occasioni l’inutilità di emanare nuovi provvedimenti, non dando il tempo alle riforme approvate negli anni scorsi di produrre i loro effetti, e piuttosto chiede di sostenere e varare rapidamente quella riforma strutturale alla quale sta lavorando la commissione Berruti.
“La verità” – sostiene il Segretario ANF Ester Perifano “è che per il settore giustizia servono investimenti: più’ magistrati ad esempio; occorre anche bandire i concorsi per avere più’ personale di cancelleria, che sia dunque anche più’ giovane e più preparato alla gestione del processo telematico, e più’ fondi proprio per far funzionare bene il PCT, che nonostante il grande sostegno profuso dall’avvocatura, va avanti a stento in molte zone del Paese ”